.
Annunci online

pioggianera
13 luglio 2009
.
Perciò ascoltate.
Ascoltate i loro cuori.
La persona accanto a voi nel letto. Un amico. Un figlio. Un cane. Qualunque essere vivente per il quale provate qualche cosa.
E io voglio che ascoltiate il loro respiro. E voglio che li guardiate dormire. Guardate le loro unghie, le loro ciglia, i denti, l’ombelico. Guardate le loro risonanze magnetiche, le loro radiografie. Guardate da vicino. Avreste mai potuto immaginarli? Se vi ci volesse una vita, avreste mai potuto farli vivere?
E poi lì, in quel momento, voglio che ricordiate: noi non viviamo, noi fuggiamo. Noi non ci libriamo, ma stiamo in qualche modo – miracolosamente – sospesi. In quei momenti siamo sull’orlo dell’abisso e non scivoliamo. Ed è tutto ciò che abbiamo. Ma è sufficiente.
E quando il miracolo finisce, come deve, vogliamo sputare il nostro ultimo respiro al sole, vogliamo pugnalarlo dal fondo dell’Inferno.
E continuiamo così. Per odio. A vivere.
Però, se siamo fortunati, se abbiamo spazio sufficiente per respirare, un giorno ci accorgiamo di non essere impotenti. Un giorno ci accorgiamo che possiamo fare qualcosa.Un giorno ci accorgiamo che la sola forza che abbiamo, la sola forza che abbiamo sempre avuto, è di perdonare. Non gli altri.Non noi stessi.Questo è ovvio. Ma la luna, le stelle, il sole. Dobbiamo perdonare i cieli perchè ruotano.
Altrimenti come potremmo continuare ad amare sotto la loro luce?
Perchè, anche quando la luce è scomparsa, il sole sorgerà ancora.
Indifferente.


Nic Kelman - Il comportamento della luce



permalink | inviato da pioggianera il 13/7/2009 alle 11:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
DIARI
20 gennaio 2009
20.01.09
 

è passato quasi un anno e non so cosa dire,

ripercorrendo col pensiero tutto quello che è successo mi vedo come un bicchiere rovesciato. ho la vita tutta sparpagliata in giro e non so se potrò mai ricomporla come era prima, o come sarebbe dovuta essere. non ho parole non ho modo di raccontare com'è essere piena di rabbia e stanchezza fino a vomitare, com'è piangere di notte e sentirsi veramente sola al mondo, piena di responsabilità tutto a un tratto, col le gambe spezzate e il futuro in un pozzo.
non so come raccontare che sono cresciuta così tanto che non mi riconosco, che ho capito di essere viva una mattina facendo il bagno nel mare freddo di bari, che respiro, che restito ogni giorno perchè domani sia migliore, perchè credo che con il sudore, le gambe stanche e la fatica di oggi io possa costruire il mio futuro. ho perso la fiducia in me e poi ho di nuovo imparato a sperare, passo dopo passo, vado avanti. resisto. vivo. in qualche modo si, ci sono. ancora.







permalink | inviato da pioggianera il 20/1/2009 alle 22:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
7 marzo 2008
l'aiuto distruttivo
le persone che ti stanno attorno, nelle situazioni difficili
cercano di darti una mano..

il problema è che,
da quello che ho riscontrato negli anni,
nelle situazioni vissute e anche in questo momento,
per me molto difficile,
l'aiuto si presenta come distruttivo.

cioè:

 . ti dò un consiglio, ma tieni a mente che
è sbagliato quello che fai,
come lo fai,
sbagli ciò che dici
e sbagli soprattutto ciò che pensi .




[ ho passato la mattina alla cgil per riuscire ad avere una qualche pensione ]





permalink | inviato da pioggianera il 7/3/2008 alle 18:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 71117 volte


Sweetch's work by DarkAndGothDistruction